28 aprile 2017

INTERVALLO ITALIAN STYLE CON BIDIBI BODIBI BU MAGIE ARTIGIANALI

unnamed

 

Rilassare la mente e lasciarsi andare alla bellezza del saper fare italiano.


Su Vite a regola d’arte
è il momento dell'Intervallo Italian Style.

 

Oggi lo dedichiamo a Bidibi Bodibi Bu Magie Artigianali.

 

INTERVALLO PER POST

 

© Barbara Fanelli

Continua a leggere...

27 aprile 2017

CUMULUS (N.I.C.E. 2016)

01

Oggetti, esperienze e ossessioni si accumulano, ripercorrendo frammenti di memoria o per mostrarne una nuova visione, alla ricerca di una diversa percezione della realtà.

Strato per strato, pezzo per pezzo, si sovrappongono, si ammassano, si accorpano, i connotati dei singoli elementi si dissolvono per acquisirne di nuovi, sedimentandosi in una forma altra.

Il senso del tempo assume un significato fondamentale, ne arricchisce il valore, diventa pratica dell’opera stessa.

La ripetizione crea il ritmo della composizione, che si manifesta nel succedersi di forme, pieni e vuoti.

Un “cumulus” di elementi ordinari, insoliti o in disuso, così reinterpretati, pongono le basi di un processo sistemico portando a una riflessione al di là dell’oggetto.

Continua a leggere...

26 aprile 2017

LE BAMBOLE DI ANGY. TUTTO L’AMORE DI UNA MAMMA

01

Molti sono gli artigiani, che, raccontando del loro lavoro, si animano, si infervorano, si entusiasmano.

In questo anno scarso di Vite a regola d’arte ne ho visti tanti, anzi tantissimi.

Inevitabile, quando il motore di tutto è la passione.

Tuttavia mai mi era capitato di incontrare qualcuno, che parlasse delle proprie creazioni, nel modo in cui Angela Bertulessi ha parlato con me durante la Mostra Mercato di Bienno.

Sono rimasta veramente e piacevolmente colpita dalle sue parole, che non erano semplici parole, ma erano amore allo stato puro.

La voce leggermente incrinata dall’emozione, gli occhi pieni di reale commozione, i gesti e l’atteggiamento di chi ha dato la vita.

Il comportamento tipico di una mamma, insomma, innamorata e orgogliosa dei propri figli.

Continua a leggere...

24 aprile 2017

SOGNI NELLE MANI - MERLETTI DA SOGNO

IMG_2569

Il tombolo è l’arte dell’intreccio di fili continui grazie all’uso di fuselli sui quali è arrotolato il filo.

Per secoli le sapienti mani di donne hanno intrecciato fili, creando dei capolavori di perfezione: i merletti a tombolo.

Un’arte antica, dicevo, che può essere fatta risalire all’epoca degli Etruschi.

A me il pizzo a tombolo ha sempre affascinato  molto. Sarà perché a me lavorare con i fili piace, sarà perché bisogna seguire delle geometrie, ma rimango incantata  e affascinata a vedere questo tipo di lavorazione.

Si lavora con il tombolo un po’ in tutta Italia.

A Isernia, capoluogo molisano, la signora Maria di Benedetto si è lasciata incantare dai fuselli e dalla maestria delle signore isernine.

L’introduzione del tombolo nella città di Isernia ha origini antichissime. Si fa risalire la sua diffusione al XIV secolo, ad opera di suore spagnole.

La regina Giovanna d'Aragona amava molto questo tipo di merletti, infatti durante il suo soggiorno nella città apprese la lavorazione da maestre locali.

La cosa che più contraddistingue il tombolo isernino rispetto agli altri è, oltre alla finissima fattura, un tipo di filo prodotto in zona, di colore avorio, che rende tutto il lavoro luminoso ed elegante.  

Continua a leggere...

23 aprile 2017

MANI CHE LAVORANO. L’ESSENZA DI ARTIGIANATO E PALAZZO

01

Nel caso dell'artista come in quello dell'artigiano, si vede in modo chiarissimo che l'uomo meno di tutto riesce a possedere ciò che gli appartiene più strettamente.

Le sue opere lo lasciano, come gli uccelli il nido in cui furono covati.

(Johann Wolfgang von Goethe)

Continua a leggere...

21 aprile 2017

INTRECCI

05

Tutta la natura si tocca e si intreccia.

Tutta la natura si abbraccia.

(Ernesto Cardenal)

Continua a leggere...

20 aprile 2017

CENCETAK. ELEGANZA SENZA TACCO

01

Non sono semplicemente delle calzature le friulane di Tiziano Picogna e Nicoletta Dileno.

Riduttivo definirle così.

Quasi un elogio della lentezza, si fondono in esse tradizione e modernità, riuso ed eleganza.

Continua a leggere...

18 aprile 2017

MANI D’AFRICA E MOLBY CREATION: L’UNIONE FA LA FORZA

MERCATO

In Swahili tulime vuol dire coltiviamo. In Italia Tulime è sinonimo di cooperazione, di comunità.

Cosa vuol dire?

Chi opera in Tulime è convinto, che l’idea di sviluppo vada rivoluzionata. Senza la retorica dell’aiuto, oltrepassando la logica dell’emergenza, chi opera in Tulime crede nella forza dell’incontro tra territori e persone per conoscersi reciprocamente.

Non più un’adozione di persone, ma una adozione di comunità.

Tra i progetti di Tulime in Africa, ce n’è uno che interessa particolarmente noi di ISPIRAZIONINFIERA - Vitearegoladarte: Mani d’Africa. 

Continua a leggere...