28 luglio 2016

DAL DELTA A COLLODI. L’ARTE MAGICA DI ERNESTO FAVARETTI

Un mondo sospeso fra mare e terra, fra terra e cielo, fra cielo e mare: questo è il Delta del Po.

Un po’ lo conosco, ci sono stata.

Sono passati parecchi anni, ma ne ricordo bene i colori, gli odori, i sapori.

Ancora più viva la memoria delle sue atmosfere. Fatate.

01

La natura, nel Delta, è padrona. Ti avvolge, la respiri, la vivi ad ogni istante.

Discreta, invece, la presenza dell’uomo, che pare minuscolo davanti a quell’immensità.

02

Luoghi incantati, che seducono e che ammaliano.

E che ti porti via, quando te ne vai.

Non solo in una fotografia.

03

In questo ambiente magico comincia il percorso artistico di Ernesto Favaretti.

Lunghe passeggiate in mezzo alla natura gli regalano la materia prima per i suoi Pinocchi di mare: legno plasmato dalle onde, che profuma di salsedine e che in mezzo ai flutti ha viaggiato.

Legno pronto a raccontare nuove storie.

04

Burattini grezzi, con i tratti appena abbozzati, che racchiudono in sé grazia ed armonia.

Nati dalla natura, in perfetta sintonia con essa, solo apparentemente fantocci senza vita, sono in realtà specchi dell’anima.

Il loro sguardo, che sguardo non è, punta lontano verso qualcosa di non facilmente percepibile, il nostro io.

05

Con questi Pinocchi senza volto Favaretti approda, nel 2008, a Collodi.

Una personale nello storico Giardino Garzoni li riunisce dentro una scenografia straordinaria, contribuendo ad accrescere il fascino di un luogo magico, che è già fiaba.

I Pinocchi di Favaretti, tuttavia, sono anche altro.

06

Sono fantasia …

07

… sono espressioni sempre diverse …

08

09

… sono colore.

10

E sono anche bassorilievi, nei quali il non definito lascia ampio spazio all’immaginazione.

11

12

Pinocchio dunque. Ma non certo sempre e comunque.

13

Dalla baracca di questo artista, dove Pinocchio la fa sicuramente da padrone, nascono anche altre opere.

Alcune si portano dentro la magia del mare …

14

… e la ridisegnano in chiave moderna …

15

… creando una dimensione onirica.

16

Altre parlano di donne …

17

… aggraziate figure ...

18

che sono un inno alla femminilità.

Altre ancora … beh, non lo so … poche sono le immagini di Ernesto Favaretti che si trovano nel web. Così come scarse sono le notizie e le informazioni sulla sua attività.

Ecco che, dunque, la mia visita a Treviso d’Arte Diffusa e le domande preparate per lui, mi hanno dato la possibilità di conoscerlo meglio.

Lo incontro in un momento di pausa, dopo un panino e un bicchiere di prosecco, che – a detta sua – gli dà la forza di rispondere al mio interrogatorio.

03

La magia del Delta, la magia del mare, la magia di Pinocchio, la magia di essere donna.

Tutto questo è l’opera di Ernesto Favaretti.

 

Ernesto Favaretti – Artista del legno

web

profilo Facebook

ernestofavaretti@libero.it

 

 

© Federica Redi

2 commenti:

  1. Fede, tu sei nata per fare la reporter! Su questo non può esserci dubbio... Buchi il foglio - se così si può dire -; ti si legge tutto d'un fiato.
    Scusa, però, ma dov'è l'intervista a Favaretti... non la trovo io, oppure l'"interrogatorio" è finito a tarallucci e... prosecco? :DDD...

    Comunque, proprio quest'anno, Pinocchio mi prende molto: lo Gnomo ha fatto la prima recita: "Bravo Pinocchio"... Certi lacrimoni da non crederci; e meno male che lo scugnizzo cantava e basta... Ma, come si dice, ogni Pinocchietto è bello a mamma soa... :DDD...

    Ho adorato molto le aggraziate figure femminili: questo è un artista che, rispetto agli altri di cui ho letto fino adesso, mi pare molto più astratto, da interpretare... Per tanto, mi piace: perché ogni interpretazione soggettiva fa scattare le emozioni di cui abbonda il cuore e lo spirito, quelle di cui abbiamo bisogno. Per questo adoro l'arte, perché se riesci a "guardarla", risulta soggettivamente catartica: balsamo per l'anima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Regina, sei troppo buona! Detto da te, che scrivi meraviglie, è una grande complimento.
      Il mio obiettivo, quello di tutte noi, è quello di far passare l'emozione che proviamo, quando incontriamo questi incredibili creativi.
      Mi auguro/ci auguriamo di riuscirci.
      Per vedere l'intervista devi clikkare sull'immagine finale, quella con tutti i pinocchi. Dove c'è il triangolino, simbolo del video. Ti porta direttamente sul canale Youtube.
      Quanto all'arte e alla creatività ... balsamo per l'anima è la definizione più appropriata.

      Un abbraccio

      Federica

      Elimina

Ogni tuo commento è una coccola per il nostro cuore!