03 febbraio 2017

QUOTIDIANITÀ E SOGNO NELL’ARTE DI FEDERICO MELANI

01

È passato molto tempo dall’incontro con Federico Melani a Florence Creativity.

Era l’edizione autunnale 2015 e ancora Vite a regola d’arte non esisteva. O meglio c’era un’idea – ISPIRAZIONINFIERA – che si stava pian piano formando.

Le nostre interviste erano improvvisate e, diciamolo, alquanto impacciate e i nostri interlocutori, giustamente sorpresi per le nostre strane incursioni, mostravano una curiosità mista a legittima perplessità.

Eppure la loro costante disponibilità è stata lo stimolo per continuare in questa avventura.

Fa uno strano effetto riprendere, oggi, il materiale arretrato: pare passato un secolo. Eppure il ricordo di quei primi contatti con il mondo dell’artigianato rimane vivo in noi.

02

Federico Melani, nato a Parma, ma trasferito molto presto in Toscana, è un artigiano a tutto tondo.

Specializzato nella lavorazione del legno, non disdegna però l’utilizzo di altri materiali, che abbina fra loro in modo spesso originale, utilizzando prevalentemente tecniche tradizionali, ma sperimentandone anche di nuove.

 

Federico, qual è il materiale che prediligi?

Il legno senza dubbio.

Dimmi perché …

… perché mi ha sempre appassionato, quindi ho studiato … l’ho sempre avuto per le mani. Mi piace molto anche il ferro, anche se è un materiale, che è sempre più difficile reperire. Fino a 25-30 anni fa facevano molte cose di ferro, c’era chi faceva lavori bellissimi.

E adesso? Non più?

Meno. Personalmente mi sono appassionato ad alcune tecniche di ossidazione, per cui recupero materiale vecchio, vissuto, e lo unisco a pezzi nuovi.

03

Ascolta … un materiale che non hai mai usato e che ti piacerebbe usare in futuro?

Mi piacerebbe … il marmo … ma si fatica tanto, però è bello!

L’argilla … l’argilla è bellissima, ogni tanto la uso …

Sperimento molto … mi insudicio le mani, la mente … ho una bottega che è veramente piena di tante cose.

 

Inizialmente di poche parole, Federico appare timido …

 

Federico, ci parli un po’ di te e delle tue opere?

Difficile in poco tempo, perché io mi occupo di tante cose …

Lo so, ho visto il tuo sito.

Io faccio principalmente mobili su misura, credenze, librerie, scale … ma le esigenze sono molteplici e l’artigiano, inteso come ditta individuale senza dipendenti, deve offrire un servizio che deve essere molto particolare … cambiare la serratura del portone, quando la persona rimane chiusa fuori casa … creare la scarpiera su misura dietro alla porta …

04

05

06

Si anima, quando gli chiedo: qual è l’aspetto più interessante del tuo lavoro?

Allora … l’aspetto più affascinante del mio lavoro è quello di riuscire a sfruttare tutto il materiale che, in una bottega in cui si lavora legno e ferro, si produce.

Cerco di sfruttare il materiale che ha già una vita esaurita, quindi ad esempio travi di tetto, ferro in lastra … spesso si riesce a lavorare con il materiale del committente stesso. Lavoro spesso in case di campagna, quindi …

Hai molto materiale a disposizione?

Sì, sì, decisamente.

07

Lavori solo su commissione?

No, ma ci sono tante collaborazioni, per fortuna c’è richiesta … per fortuna …

C’è un continuo scambio di idee con il committente, per trovare una soluzione nuova.

08

09

E dietro quel no, vi assicuro, si cela un mondo.

Se da un lato, infatti, il lavoro di Melani è molto legato alla quotidianità, a mobili ed oggetti utili, pratici, funzionali, dall’altro si manifesta in tutto il suo splendore nella creazioni di lampade e complementi d’arredo decisamente particolari.

10

Materiali diversi - naturali e di recupero - si fondono in creazioni affatto scontate, che paiono uscite da un sogno.

11

Le forme non convenzionali caratterizzano manufatti, che possono essere considerati vere e proprie opere d’arte.

12

13

Pian piano Federico prende confidenza con noi e si lascia trasportare dal flusso della conversazione.

Ecco ciò che ci ha raccontato … e mostrato!

03

 

Federico Melani

sito web

 

 

© Federica Redi

 

Si ringraziano Fabiola Di Girolamo e Riccardo Dadone per la collaborazione.

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni tuo commento è una coccola per il nostro cuore!