07 marzo 2017

DLB. GIOIELLI DAL CUORE CREATIVO

01

Lo si capisce subito, ammirando i loro gioielli, che dentro alle creazioni di DLB batte un cuore.

Non è solo la bellezza di questi oggetti, che sono vere e proprie opere d’arte, o la preziosità dei materiali scelti, che li rendono decisamente particolari. È anche, e soprattutto, l’accuratezza con la quale sono realizzati.

Cura che si può avere, solamente amando ciò che si fa.

Se a tutto questo, poi, aggiungiamo un estro e una fantasia poco comuni, allora il gioco è fatto. Quello che batte è veramente un cuore creativo.

02Ho conosciuto Giuseppe De Luca, erede di una famiglia di incisori e scultori di conchiglie, pietre dure e corallo, circa un anno fa a Fantasy & Hobby e ne ho approfittato per porgli alcune domande sulla sua attività.

 

Leggo che l’attività di DLB Gioielli è il frutto di tre generazioni di artisti incisori. Un’azienda familiare, dunque, ce ne vuoi parlare?

Sì, c’è stato prima mio nonno e poi mio papà … mio papà è stato molto bravo a trasmetterci questa passione, che noi, nel nostro personale percorso, abbiamo un po’ rinnovata, usando però sempre tecniche tradizionali.

Quindi c’è tuo papà, tu e tuo fratello?

Sì esattamente.

 

Mi pare di capire che le vostre creazioni vogliono essere un ponte fra tradizione e modernità. In che modo la tradizione si modernizza e in che modo la modernità entra nella tradizione?

Allora … rinnoviamo la tradizione, con nuovi materiali, aggiungendo ad esempio legno o pietre dure, ma usando sempre la tecnica del cammeo, che è eseguita naturalmente sulla conchiglia. La rinnoviamo con disegni nuovi, molto particolari. I nostri clienti spesso ci cercano proprio per i nostri disegni personalizzati.

03

Quali sono le tecniche o le lavorazioni che prediligete e per quale motivo? Quali sono i materiali che usate maggiormente?

Beh, la tecnica ovviamente è la lavorazione del cammeo. I materiali soprattutto la madreperla e i legni pregiati, che hanno questi colori e questi profumi meravigliosi. Il concetto cui puntiamo, è proprio quello di unire molti materiali diversi.

Legni pregiati? Di che tipo?

Ad esempio ebano o radica, che hanno questi profumi così particolari.

Gioielli profumati quindi?

(ride) Sì, in un certo senso. 

 

Ho visto un video, che parla di ecogioielli della natura. Che cosa significa per te essere ecosostenibile e quanto la natura influenza le tue creazioni?

La natura va rispettata per quello che ci dà. Le conchiglie che usiamo sono quelle già usate dal mollusco, non andiamo a pescarle, le troviamo. Anche il legno va selezionato, rispettando la natura. La ricerca di questi materiali è molto attenta.

04

Scorrendo la tua pagina Facebook si trovano ricordi, citazioni, curiosità, richiami alle emozioni. Insomma una pagina che trasuda passione per il tuo lavoro. Quanto è difficile oggi trasformare una passione in una fiorente attività? Ci sono ostacoli che hai dovuto superare?

Sì … oggi non siamo più abituati a capire l’emozione che ci dà un oggetto. Purtroppo si seguono solo le mode. Questo è un grosso ostacolo. Poi, per fortuna, ci sono anche persone, che comprendono il lavoro che c’è e, dentro agli oggetti, colgono delle emozioni.

 

Sempre nella medesima pagina ci sono numerosi inviti a fare richieste di gioielli personalizzati, dando anche sfogo alla propria fantasia. Quanto le richieste dei clienti limitano la tua creatività e quanto, invece, la stimolano.

La maggior parte dei clienti la stimolano! Ci danno un input. Sono contento, ci sono tante persone che ci danno fiducia, che ci stimano e questo ci dà la possibilità di fare anche cose un po’ diverse!

05

Pablo Picasso ha detto Il principale nemico della creatività è il buon senso. Secondo te è vero? Che cosa c’è di insensato nelle tue creazioni?

Il buon senso ci deve essere, perché comunque dobbiamo rispettare noi stessi. Se rispetti te stesso, dai un senso a quello che tu sei.

Ok, ma un po’ di follia nella tua creatività?

Sì, sì, ci sta! Come no! Nei disegni, nelle forme … ci vuole!

06

Quando completi un lavoro, qual è quel quid che ti fa dire ok, ci siamo?

Quando mi rendo conto che l’oggetto appena creato è diverso da quello che facciamo di solito. Quando il gioiello è veramente creativo.

Quindi è qualcosa di veramente originale?

Sì, esatto. Quando la creazione è unica.

07

Credi che l’artigianato artistico oggi sia sufficientemente valorizzato?

No, qui in Italia, no. Gli artigiani sono spesso lasciati nell’angolino …

Noi amiamo gli artigiani nell’angolino …

(ride) Bisognerebbe fare l’angolo degli artigiani, no?

O una fiera solo per gli artigiani?

Esattamente e questo non solo nelle grandi realtà, ma pure in quelle piccole.

08

Sito, Facebook, Twitter, Pinterest, Instagram, Youtube. Artigiano 2.0? Quanto è importante oggi essere in rete?

E’ importante, sì …

Ho visto che ci tenete molto, che è tutto curato, non sbagliate nulla …

Sì, c’è un grande lavoro di ricerca. C’è molto da fare anche sotto questo aspetto. Penso che il web sia il futuro.

09

L’incontro con Giuseppe non si è esaurito con le domande, che avevo preparato per lui, perché con molta disponibilità ci ha mostrato alcune meraviglie del suo stand.

03

Avete notato quella manina leggiadra, che, alla fine del video, si buttava su quel paio di splendidi orecchini?

Indovinate un po’ a chi apparteneva?

10

E se Rosalba non ha proprio resistito (neppure a farsi fotografare con un bel giovane), avrei dovuto farlo io?

11

 

DLB

web

pagina Facebook

Twitter

Pinterest

Instagram

Youtube

 

Giuseppe Di Luca

profilo Facebook

 

© Federica Redi

Si ringrazia Rosalba Maura per la collaborazione

2 commenti:

  1. Risposte
    1. Infatti la Rosy ed io ci siamo lustrate veramente gli occhi, cara Patri!

      Federica

      Elimina

Ogni tuo commento è una coccola per il nostro cuore!