07 aprile 2017

BORSA

06

La borsa ha una particolarità, direi anche un privilegio: è un meta-oggetto.

Serve a portare degli oggetti, ma essa stessa non è veramente un oggetto.

È ad un gradino superiore rispetto a ciò che trasporta.

È incomparabile, è un medium.

(Francois Dagognet)

 

Uno

01

borsa in paglia di Vienna – Collezione Panna

 

Chiaramente Unico

Creativa per puro caso, Chiara dà vita a borse dal sapore vagamente vintage.

L’uso della paglia di Vienna, conosciuta soprattutto perché utilizzata nell’arredamento – chi non conosce le sedie Thonet? – presenta un intreccio elaborato e raffinato.

La Collezione Panna, in paglia e pelle, costituisce la linea più elegante fra quelle proposte.

Di Chiara parleremo presto qui sul blog.

 

web

pagina Facebook



Due

02

borsa in legno – Violetta

 

Embawo

Nella lingua dell’Uganda Embawo significa legno, ma questo brand è tutto italiano.

Norbert Oettl, altoatesino, creatore del marchio, contemporaneamente modello ed artigiano, sposa nelle sue borse la causa ecologica.

Utilizza soprattutto legno locale (noce, ulivo, melo, rovere), ma non disdegna neppure le essenze esotiche.

Abilità artigiana, moda e design si fondono nelle collezioni di Norbert, che accanto alle borse crea anche oggettistica per la casa e pezzi di arredamento.

 

web

pagina Facebook

 

 

    Tre

    03

    borsa in carta musicale e gomma crepla

     

    Intrecci Quotidiani

    Il progetto Intrecci Quotidiani nasce dall’idea di Alessandra Muraro.

    Ex restauratrice, ha abbandonato la lavorazione del midollino, per approdare alla carta dei giornali.

    L’intreccio piatto è la tecnica, nella quale si è specializzata, ma Alessandra è arrivata, dopo tutta una serie di sperimentazioni, ad usare persino la carta filata, che viene raccolta in gomitoli e successivamente lavorata ai ferri e all’uncinetto.

    I colori sono sempre quelli del materiale originale.

    La finitura finale consente di  mantenere tutta la morbidezza della carta, ma anche di proteggere le creazioni.

     

    web

    profilo Facebook

     

     

    Quattro

    04

    borsa in cartone – modello Brigitte

     

    Angelo Lussiana

    Una formazione e un impiego molto lontani dal campo artistico, non ostacolano la passione di Angelo per i lavori manuali.

    Si cimenta, nel corso della sua vita, in tecniche molto diverse, arrivando ad utilizzare il cartone, per esaudire un desiderio della figlia.

    Scoprendo in questo materiale proprietà insospettabili, crea oggetti di design con linee decisamente moderne.

    Creatore di uno speciale tessuto in cartone, vince nel 2014 il concorso di artigianato artistico Il sapere nelle mani, presentando la borsetta Brigitte.

    L’intervista ad Angelo si trova qui.

    web

    pagina Facebook

     


    Cinque

    05

    borsetta in alluminio

     

    Escama Studio

    Studio di design, con una sede in California e una in Brasile, porta avanti un progetto ambizioso, che coniuga riciclo e moda.

    Le linguette di alluminio delle lattine vengono recuperate in un centro vicino a Brasilia.

    Lavate, disinfettate e assemblate con le tecniche tradizionali del crochet, danno vita ad una serie di borse fatte a mano, che portano la firma delle persone, che le hanno create.

    Un prodotto innovativo con uno sguardo all’ambiente, ma anche al commercio equo, che aiuta a combattere la povertà.

    Vi lavorano, infatti, un centinaio di donne, ma anche qualche uomo, residenti nelle zone disagiate della capitale brasiliana.

     

    web

    pagina Facebook

     

     

    5xwhat? + 5xwho? + 5xwhere? + 5xwhy? + 5xhow?

    =

    5xcreativity!

     

    © Federica Redi

    2 commenti:

    1. Ad un'amante delle borse come me questo post non lo dovevate far vedere ahahahahahhahahahah
      Stupenderrime!!!!!!

      RispondiElimina
      Risposte
      1. Non sapevo che avessi tale debolezza, Patri!
        Sono contenta di averti fatta felice!

        Federica

        Elimina

    Ogni tuo commento è una coccola per il nostro cuore!